top of page
invito rebirth.jpg

Scultura dell’Ente Mostra dell'Artigianato Artistico Abruzzese in dono alla città dell’Aquila. Inaugurazione domani al Palazzo dell'Emiciclo.

18.07.2022

Rebirth”: è questo il titolo dell'opera che l'Ente mostra dell’artigianato artistico abruzzese di Guardiagrele ha dedicato e donato alla città dell’Aquila. Un tema, quello della rinascita, che è stato accolto con entusiasmo dagli artisti coinvolti e che non poteva non ricadere su una città che, in seguito al sisma del 2009, ha attuato un vero e proprio percorso di ricostruzione. L’opera, di dimensioni imponenti, sarà collocata all’interno di una rotonda della città, e sarà il frutto del lavoro di artisti artigiani della pietra, della ceramica e del metallo.
Ciascun artista ha deciso di collaborare alla realizzazione con un artigiano emergente di un altro Paese: per la pietra Franco Aceto e Dangyong Liu (Cina), per il metallo Georg Reinking (Germania) e Arttu Halkosaari (Finlandia) e nel caso della ceramica Giuseppe Liberati sarà supportato da Carmel Maaleki. Originaria di Teheran, l’artista iraniana ha fatto visita al laboratorio del maestro Liberati lo scorso maggio per completare la decorazione della parte in ceramica dell’opera.
«Sono rimasta colpita da quello che è accaduto all’Aquila», afferma Carmel, «ho voluto rappresentare in questo disegno il fiore sacro per l’antica Persia, simbolo emblematico della ricostruzione, della crescita e dello sviluppo».
Grande soddisfazione viene espressa dal maestro Giuseppe Liberati per essere riuscito a contattare e far arrivare in Italia, dopo diverse pratiche burocratiche, l'artista iraniana, molto affermata e conosciuta nel suo Paese. 
«Gli artigiani, abruzzesi e stranieri, sono una grande risorsa per il territorio che va valorizzata», dice il presidente dell'Ente mostra, Gianfranco Marsibilio, «la città di L’Aquila merita quest’opera, presenza significativa della laboriosità e della bravura degli artigiani abruzzesi, che vuole essere di buon auspicio per il capoluogo abruzzese e per tutta la realtà dell'artigianato italiano e mondiale». (s.c.)

bottom of page