L' ARTIGIANATO ABRUZZESE INCONTRA PAPA FRANCESCO

 

01.02.2018

Il  7 febbraio 2018 L’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese e la comunità parrocchiale di Santa Maria Maggiore guidati da S. E. Monsignor Bruno Forte e dal Parroco Don Nicola Del Bianco parteciperanno all’udienza  di Papa Francesco.

Durante l’udienza il Presidente dell’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese Gianfranco Marsibilio, l’artigiana Valeria Belli, il Sindaco di Guardiagrele Avv. Simone Dal Pozzo, l’Assessore alla Sanità della Regione Abruzzo  Dott. Silvio Paolucci, S. E Monsignor Bruno Forte ed il Rev.do Don Nicola Del Bianco consegneranno a sua Santità Papa Francesco l’opera realizzata dall’artigiana Valeria Belli vincitrice del concorso Nazionale “La Misericordia” tenuto durante la 46ª Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese.

La giuria del concorso, composta dal Prevosto Don Nicola Del Bianco, dalle Critiche d’Arte Silvia Moretta e Valeria Fatato, dallo scultore  Dott. Clodoveo Masciarelli, dal professore dell’Accademia delle Belle Arti di Foggia prof. Angelo Catano e dal M° Gabriele Vitacolonna Direttore Artistico dell’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese ha ritenuto il manufatto “Scolpire la Lana” meritevole con la seguente motivazione ““La giuria all'unanimità ha valutato l'opera “scolpire la lana” quale meritevole del primo premio riconoscendone l'artisticità e il simbolismo. Le forme, pure ed essenziali, sono unite all'alternanza dei pieni e dei vuoti, che creano motivi decorativi esaltanti le qualità della lana prescelta. L'opera rispetta pienamente il tema del concorso, “La Misericordia”, richiamando con la lana il passo evangelico del Cristo “buon pastore” che con amore e misericordia guida il suo gregge. La lana ricorda inoltre le tradizioni abruzzesi, profondamente solcate dai sentieri della transumanza. Così, la forma del manufatto, richiama la strada, il cammino, la diversità del paesaggio, tra colline e pianure. La croce centrale è simbolo di Cristo, ma è evidente anche il richiamo al mondo ebraico, in quanto evoca il mantello della preghiera ebraica. La semplicità, intrisa di simbolismo, è infine, in linea con lo spirito del ministero di Papa Francesco, cui l'opera verrà donata.”

Alla visita parteciperanno gli ospiti della Residenza Psichiatrica Riabilitativa  e della Residenza Assistenziale  Disabili Adulti del presidio territoriale assistenziale di Guardiagrele accompagnati dal Dott. Marco Alessandrini, dalla dott.ssa Isabella Conte, dalla Dott.ssa Lucilla Gagliardi, dagli operatori  sanitari e dall’assistente sociale Rosalinda Ricci.

La visita al Santo Padre rappresenterà la conclusione del progetto “Porte Aperte” per l’annualità 2017.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • Creare una collaborazione tra la Residenza Riabilitativa Psichiatrica e la rete sociale della comunità locale, coinvolgendo privati cittadini, artigiani e imprenditori, associazioni di volontariato, servizi del comune;

  • Combattere la solitudine e l’isolamento del paziente psichiatrico residente in struttura;

  • Rielaborare la tipologia dei percorsi di riabilitazione, inserendo una più vasta offerta;

  • Aprirsi alle esperienze e alle proposte della comunità, lasciando conoscere la realtà della Residenza Riabilitativa all’esterno, nel territorio che la ospita.

Tale dialogo tra residenza e territorio sarà mirato a portare al di qua delle porte le reti sociali della comunità e a portare al di là delle stesse gli ospiti della Residenza, coinvolgendoli in attività locali in cui possano identificarsi e stabilire rapporti validi.

Per il 2017 sono stati svolti corsi di  ceramica e di decorazione pittorica con  Giuseppe Liberati di Villamagna e Annarita Di Cocco di Guardiagrele,  uncinetto-tombolo-maglia con Francesca De Juliis di Guardiagrele, lavorazione vetro con Gabriele Serra di Torrevecchia Teatina,  oreficeria con Roberta Pavone di Pescara,   pittura e creatività con Maria Di Crescenzo di Guardiagrele e Cosmina Florea di Orsogna, cucina con lo chef Domenico Scotti Del Greco del Ristorante Santa Chiara.

 

La nuova annualità del progetto Porte Aperte è già  partita con corsi di ceramica e decorazione pittorica – Annarita Di Cocco , legno e lavorazione 3D – Francesco Carullo di Orsogna,  decorazione – Maria Di Crescenza e Cosmina Florea, vetro – Gabriele Serra e ricamo – Francesca De Juliis.

Dopo l’udienza visiteremo Piazza San Pietro e la Basilica.

Al viaggio parteciperanno alcuni sponsor dell’Ente Mostra dell’Artigianato Artistico Abruzzese.

A loro il Presidente Marsibilio rivolge a nome dell’Ente Mostra il proprio ringraziamento perché da anni sono sensibili alle problematiche sociali e non fanno mai mancare il loro contributo alle attività istituzionali dell’Ente Mostra che da diversi anni ha aperto le porte del Palazzo dell’Artigianato e che si impegna per l’inclusione sociale e vuole favorire l’integrazione con le reti territoriali e la popolazione Guardiese.

Il progetto “Porte Aperte” ha l’ambizione di estendersi, oltre che all’area dell’intervento sociale, a quella

Partners

ENTE MOSTRA DELL'ARTIGIANATO ARTISTICO ABRUZZESE

Via Roma, 28 - 66016 Guardiagrele (Ch) . tel. Fax 0871.83829

Partita Iva 01608580690 - C.F.: 80003140698

© 2018 Ente Mostra dell'Artigianato Artistico Abruzzese - Tutti i diritti riservati